0933 330 211

Centralino

9:00-13:00 e 15:00-16:30

0933 330 222

Fax

24/7

Rete idrica Militello in Val di Catania: disservizi per interruzione energia elettrica
pubblicato il 25 ott 2021 15:09

Informiamo che, a causa dei recenti eventi meteorici, da ieri sera è interrotta la fornitura di energia elettrica ai pozzi a servizio del comune di Militello in Val di Catania. I lavori di ripristino sono in corso pertanto confidiamo di poter riprendere l'erogazione del servizio idrico al più presto.
Si assicura costante informazione.

Reti idriche di Caltagirone, Grammichele, Licodia Eubea e Vizzini: disservizi per manutenzione rete elettrica
pubblicato il 24 ott 2021 18:36

Mercoledì giorno 27/10/2021 e-distribuzione S.p.A. sospenderà la fornitura di energia elettrica - dalle ore 8:30 alle ore 15:00 - per effettuare interventi di manutenzione della propria rete in contrada Maguli nel territorio del Comune di Vizzini, comprendente diversi pozzi gestiti da ATS a servizio dei comuni di Caltagirone, Grammichele, Licodia Eubea e Vizzini.
Conseguentemente, nelle stesse ore, la portata d'acqua disponibile per l'approvvigionamento dei comuni coinvolti potrebbe subire una rilevante riduzione. Ciò potrà causare temporanee e limitate carenze nell'approvvigionamento idrico nei giorni successivi.

DEPOSITO CAUZIONE PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
pubblicato il 10 giu 2021 13:09

DEPOSITO CAUZIONE PER IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO



Il deposito cauzionale per il servizio idrico integrato, disciplinato dalla deliberazione 28 febbraio del 2013 dell’ARERA, è stato di recente richiesto dalla SIE anche agli “utenti finali con contratti di somministrazione in essere al momento dell’entrata in vigore del provvedimento”, così come previsto e disciplinato dall’art. 8 – Disposizioni transitorie e finali - della suddetta deliberazione.


Si precisa ancora una volta che non si tratta di aumento delle tariffe, invariate dal 2008, bensì di una forma di garanzia prevista dalle norme in materia, per garantire il gestore in caso di eventuali inadempimenti da parte dell’utente. Le somme restano di esclusiva competenza e titolarità dell’utente che li riceverà indietro qualora dovesse annullare la fornitura ovvero volesse attivare l’addebito automatico in conto (domiciliazione bancaria).


L’originaria previsione di versamento in tre rate (l’ARERA dispone in almeno due bollette), è stata dalla SIE, a seguito dell’intervento dell’Amministrazione Comunale con in testa il Sindaco Ioppolo, rimodulata in otto rate trimestrali di circa 6,00 €/cad che seguiranno a questo primo acconto.


La richiesta avanzata dall’Amministrazione Comunale è stata ritenuta meritevole di accoglimento anche in considerazione delle difficoltà che tutte le famiglie e le imprese stanno affrontando a seguito della pandemia che ha colpito tutte le nazioni.


Ma proprio a tal riguardo si rappresenta che il gestore, quale società che vive esclusivamente a seguito dell’incasso delle bollette, risente anch’esso della crisi economica e finanziaria del periodo, stante che nessuna agevolazione o riconoscimento ha ricevuto dal Governo e pertanto gli elevatissimi costi energetici, per il personale, per le manutenzioni e in ultimo anche per le imposte devono essere regolarmente pagate. Purtroppo Caltagirone non ha nel proprio territorio alcuna fonte: tutta l'acqua viene addotta da Piazza Armerina e da Vizzini Scalo, con ingenti costi energetici per il suo sollevamento e notevole impegno di manutenzione delle condotte di avvicinamento (60 km di tubazione interrata in aperta campagna).


Si coglie l’occasione per sollecitare i cittadini ad attivare l’addebito automatico in conto, che permetterebbe non solo di evitare il pagamento del deposito cauzionale, ma anche i costi addebitati dall’ufficio postale o sportello SISAL al momento del pagamento della bolletta. E’ prassi aziendale eseguire controlli ancora più scrupolosi sulle bollette inviate agli utenti che usufruiscono della domiciliazione bancaria, al fine di evitare qualsiasi errato addebito.


LA DIREZIONE

Bonus sociale - Cosa cambia dal 2021
pubblicato il 22 apr 2021 11:35

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda
come stabilito dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano:

  1. appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
  3. appartenere ad un nucleo familiare ritolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti  del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia - elettrico, gas, idrico - per anno di competenza.


Cosa dovranno fare dal 2021 i cittadini per ottenere i bonus per disagio economico ...continua a leggere...

e-mail

info@siespa.net

pec

siespa@legalmail.it

Caltagirone
Grammichele
Licodia Eubea
Militello in Val di Catania
San Cono
San Michele di Ganzaria
Vizzini
Servizi Idrici Etnei S.p.A.
V.le Africa, 12 - 95129 Catania
Info
Note Legali
SIE Servizi Idrici Etnei S.p.A.